la Reservation Fee

La Reservation Fee viene versata all’agenzia dal potenziale inquilino una volta che il Landlord ha accettato formalmente la sua offerta per affittare casa a Londra.

Di solito è pari a una settimana di affitto. In caso di buon esito della procedura (letting process), questo importo viene scalato dall’ammontare deposito di garanzia che si deve versare a tutela del proprietario (variabile da quattro/sei settimane d’affitto). Non è dunque un costo, ma una sorta di “cauzione di prenotazione” versata anticipatamente per levare la casa dal mercato in attesa della conclusione della procedura di affitto.

“Levare la casa dal mercato”  non significa che nessun altro non possa provare ad affittare l’immobile mentre si svolgono le varie fasi che seguono l’accettazione dell’offerta da parte del proprietario (referencing, stesura del contratto ecc.) ma solo che l’agenzia che ha gestito la trattativa s’impegna a non mostrarlo ad altri clienti. Può invece (anzi, per legge DEVE) accettare altre offerte e inviarle al Landlord, che, a sua volta, è totalmente libero di scegliere a chi affittare la sua casa fino al momento della firma del contratto (Tenancy Agreement).

Se poi la casa è affidata anche ad altre agenzie (multiple listing) queste ultime non sono in alcun modo vincolate dal versamento della Reservation Fee e continueranno a cercare affittuari e a ricevere offerte.

Attenzione alle fregature, dunque: in un mercato caratterizzato da un’eccesso di domanda rispetto all’offerta anche nel settore degli affitti come quello di Londra, è sempre bene stare con gli occhi aperti e seguire passo passo il processo di affitto per evitare sorprese dell’ultimo minuto…