Aumentano gli stipendi inglesi

Aumentano gli stipendi inglesi

Fast-Food Strikes in 50 U.S. Cities Seeking $15 Per Hour

Londra, 8 settembre 2014. Il Governatore della Banca di Inghilterra, Mark Carney, prenderà la parola durante la prossima riunione annuale del Trades Union Congress per esprimere i suoi piani relativi agli stipendi inglesi.

Succede molto di raro che un Governatore della Banca di Inghilterra sia invitato a questo evento, in genere avviene quando l’argomento trattato è molto delicato. In particolare, è successo solo tre volte, l’ultima nel 2010, quando Sir Mervyn King ammise le colpe dei politici e dei colossi finanziari inglesi che hanno portato al dilagarsi della crisi.

Anche in questo caso la questione è scottante: i Sindacati lamentano da tempo il fatto che gli stipendi inglesi non sono adeguati all’inflazione e alla situazione economica generale del paese. Carney, dunque, è pronto a discutere sulle soluzioni fiscali e sulle altre iniziative della Banca di Inghilterra.

Secondo i Sindacati, nonostante il fatto che il Regno Unito sia ormai ufficialmente uscito dalla crisi e abbia visto una crescita media dell’economia dello 0,8% ogni trimestre del 2014, gli stipendi inglesi non si sono adeguati alla crescita. 

Le prime rivendicazioni dei Sindacati dei lavoratori sono state accolte, infatti, dal prossimo mese aumenterà il minimo salariale:  6,50 sterline per le persone di età superiore ai 21 anni,  5,13 sterline per i ragazzi fra i 18 e 20 anni e 3,79 per i minorenni. Tuttavia, si continuano a richiedere ulteriori aumenti.

Comprare casa a Londra è oggi la forma di investimento più sicura e redditizia al mondo.

Investire Londra è il punto di riferimento degli italiani che vogliono comprare casa a Londra e offre un servizio integrato e altamente professionale di consulenza immobiliare e ricerca delle proprietà nel mercato di Londra, assistenza legale specialistica e consulenza fiscale bilaterale italo – britannica.

Fonte: BBC News, 8 settembre 2014

Clicca qui per leggere l’articolo intero!

Bottone contatto

Related Posts

0 Commenti

commenta