I lavoratori dei contratti a zero ore in UK potranno legarsi a piu’ aziende

I lavoratori dei contratti a zero ore in UK potranno legarsi a piu’ aziende

Londra, 25 giugno 2014. Torna ad accendersi nel Regno Unito lo scontro sui contratti “a zero ore”, quelli cioe’ che non prevedono un numero minimo di ore garantite per il lavoratore. Attualmente sono 1,4 milioni i contratti di questo tipo attivi in UK su un totale di 30,5 milioni di occupati.

Pur condannando gli abusi da parte di molte aziende nell’utilizzo di questa particolare tipologia di contratto flessibile, il Ministro del Business UK, Vince Cable non pare intenzionato ad eliminarla del tutto, come chiedono a gran voce i sindacati, ritenendola la piu’ adatta per studenti e persone più anziane. Steve Turner, Vice Segretario Generale dell’Unite Union (Confederazione Sindacale) la definisce invece “un gioco a somma zero” in cui i vincitori sono sempre gli stessi: i datori di lavoro.

A seguito delle crescenti polemiche, il Governo inglese ha comunque annunciato questa mattina l’intenzione di eliminare la clausola di esclusività che impedisce attualmente a chi sottoscrive questo tipo di contratti di cercare contemporaneamente altri lavori. Questo permettera’ ai lavoratori di potersi legare contemporaneamente a più aziende. L’annuncio non ha comunque fatto placare le polemiche: i sindacati non la ritengono infatti una misura sufficiente a garantire il giusto trattamento dei lavoratori e chiedono di determinare un certo numero di ore di lavoro garantite per tutti i contratti.

Comprare casa a Londra e’ oggi una delle migliori forme possibili d’investimento al mondo e rappresenta un’opzione sicura, prestigiosa e altamente redditizia.

Investire Londra e’ il punto di riferimento degli italiani interessati a comprare case a Londra e offre un servizio integrato e altamente professionale di consulenza immobiliare e ricerca delle proprieta’ nell’intero mercato di Londra, assistenza legale e consulenza fiscale bilaterale italo – britannica.

Fonte: BBC News, 25 giugno 2014. 

Clicca qui per leggere l’articolo integrale su questa notizia!

Bottone contatto

Related Posts

0 Commenti

commenta