L’economia inglese è la più forte d’Europa

L’economia inglese è la più forte d’Europa

Union jack: hugely symbolic.

Londra, 15 agosto 2014. I dati diffusi ieri da Eurostat sulla crescita dei Paesi dell’Unione Europea nel secondo trimestre 2014 confermano una situazione ormai evidente da tempo: il Regno Unito è oggi la vera locomotiva economica d’Europa e dell’intero mondo occidentale (vedi tabella sotto).

Secondo quanto reso noto dall’Istituto di statistica europeo, tutta l’area euro ha subito un brusco rallentamento tra aprile e giugno 2014.

Tra i grandi Paesi europei, l’Italia e la Germania hanno fatto registrare le maggiori frenate, con un -0,2%, che brucia soprattutto nel caso tedesco. Peggio in Europa nel secondo trimestre 2014 ha fatto solo la piccola isola di Cipro (-0,3%). Male anche la Francia, la cui economia  è rimasta ancora una volta al palo come nei primi tre mesi dell’anno (0% in entrambi i trimestri). Bene invece la Spagna, che ha segnato un complessivo +1% dall’inizio dell’anno, i Paesi baltici (Lituania +0,7%, Lettonia +1%, Estonia +0,5%) e alcuni Stati dell’est (Ungheria +0,8%, Bulgaria +0,5%,  Polonia 0,6%, Slovacchia +0,6%).

Nello stesso periodo, l’economia del Regno Unito è cresciuta complessivamente dell’1,6% (+0,8% nel primo trimestre 2014, +0,8% nel secondo trimestre) e ha previsioni di incremento di qui alla fine dell’anno del 3,2%, tasso più alto dell’intero mondo occidentale.

Tabella indicatori economici Q2 2014

L’ottimo stato di salute della Gran Bretagna trova conferma anche nel campo dell’occupazione. A giugno 2014, il tasso di disoccupazione in UK è sceso al 6,4%, livello più basso dalla fine del 2008. Meglio tra i grandi Paesi europei sta solo la Germania (5,1% a giugno) e, fuori dall’Europa, gli USA (6,1%). Fonte dati: Rapporto EUROSTAT 121/2014 del 31 luglio 2014.

Questi dati spiegano perché il Regno Unito è oggi il Paese che attrae il più alto numero di investimenti stranieri in Europa (nel 2013, il 20% di tutti gli investimenti internazionali diretti nei Paesi dell’UE sono stati realizzati in UK, il 10% solo a Londra!) e Londra ha uno dei mercati immobiliari più dinamici e redditizi del pianeta, in cui piovono ogni anno quasi 9 miliardi di sterline (12 miliardi di euro) di capitali stranieri (tra cui quelli di migliaia di italiani che comprano immobili in riva al Tamigi).

Comprare casa a Londra è oggi la forma di investimento più sicura e redditizia al mondo.

Investire Londra è il punto di riferimento degli italiani che vogliono comprare casa a Londra e offre un servizio integrato e altamente professionale di consulenza immobiliare e ricerca delle proprietà nel mercato di Londra, assistenza legale specialistica e consulenza fiscale bilaterale italo – britannica.

Bottone contatto

Clicca qui per leggere il Rapporto EUROSTAT sulla crescita economica in UE nel secondo trimestre 2014.

Clicca qui per leggere il Rapporto EUROSTAT sulla disoccupazione in UE nel secondo trimestre 2014.

Related Posts

0 Commenti

commenta