Sempre più diritti per i lavoratori nel Regno Unito

Sempre più diritti per i lavoratori nel Regno Unito

Londra, 30 giugno 2014. Dopo l’annuncio sulla riforma dei contratti  a zero ore, ancora buone notizie per i lavoratori inglesi: avranno la possibilità di richiedere un orario di lavoro flessibile qualora le loro necessità personali lo richiedano.

Si tratta di un’estensione a tutti coloro che lavorano da almeno 6 mesi dei diritti già garantiti a chi ha carico una persona invalida o chi ha bambini piccoli. Da tale cambiamento ne trarranno beneficio i lavoratori più anziani vicini all’età pensionabile e quelli più giovani che vogliono continuare la loro fase di formazione anche dopo aver già iniziato a lavorare.

Secondo diverse opinioni, tra cui quella  del Vice Primo Ministro britannico Nick Glegg, questo intervento non sarà favorevole solo ai lavoratori, ma anche alle imprese. Infatti, da lavoratori più soddisfatti ci si può attendere maggiore produttività e maggiore commitment, facendo così aumentare il rendimento dell’azienda.

Non mancano tuttavia le critiche, in particolare la Federation of Small Businesses ritiene che nelle aziende più piccole, in cui i datori di lavoro non possono accettare tutte le richieste dei dipendenti, si possa innescare una “dinamica negativa”, creando uno stato di malcontento generale.

Tuttavia, è evidente come nel Regno Unito, siano sempre di più gli sforzi da parte dello stato di rendere più confortevole l’ambiente lavorativo, e di garantire maggiori diritti a tutti i lavoratori.

Investire Londra e’ il punto di riferimento degli italiani interessati a comprare case a Londra e offre un servizio integrato e altamente professionale di consulenza immobiliare e ricerca delle proprieta’ nell’intero mercato di Londra, assistenza legale e consulenza fiscale bilaterale italo – britannica.

Fonte: BBC News, 30 giugno 2014. 

Clicca qui per leggere l’articolo integrale su questa notizia!

Bottone contatto

Related Posts

Nessun Commento.

commenta