I PARCHI DI LONDRA

Picnic estivo o salubri passeggiate invernali c’è sempre un buon motivo per visitare uno dei parchi di Londra, e oltre al relax questi ultimi diventano un luogo ideale per vivere attività ludiche e partecipare a concerti, spettacoli teatrali o eventi sportivi

E’ interessante considerare che il 33% della superficie cittadina è rappresentata da spazio verde e spesso si attraversano aree intensamente abitate all’interno di parchi meravigliosi che restituiscono respiro alla città di Londra con i suoi ritmi frenetici.

La maestosità degli edifici, sempre piuttosto evidente risulta essere perfettamente bilanciata con gli spazi verdi presenti e le due realtà convivono perfettamente facendo di Londra un meraviglioso luogo dove vivere la propria vita e costruire la propria carriera.   

I parchi londinesi sono, per la maggior parte, opera delle famiglie reali e nobiliari che si sono succedute nel tempo e che hanno sempre avuto a cuore la tutela e la conservazione delle bellezze naturali della città.

Vogliamo portare alla vostra conoscenza i parchi più conosciuti e che siamo certi che diventeranno parte delle vostre abitudini.

Hyde Park

Decisamente il parco più famoso di Londra e deve la sua popolarità coprattutto  alla location. E’ una immensa distesa verde nel cuore della città oltre ad essere la sede perfetta per numerosi eventi cittadini. A Hyde Park si svolgono infatti diversi appuntamenti estivi sempre molto attesi, mentre di inverno si susseguono i celeberrimi mercatini di Natale. Winter Wonderland, tra le varie cose, è un appuntamento imperdibile per grandi e piccini. Come non citare il famoso speakers corner, celebrazione della libera manifestazione di pensiero, dove ogni domenica ci si può recare dal cancello d’ingresso di Marble Arch per assistere a monologhi di predicatori i quali catturano sicuramente l’attenzione di molti.  A Hyde Park si trova anche il monumento alle vittime dell’olocausto, quello alle vittime degli attentanti di Londra del 2005, la famosa Princess Diana Memorial Fountain e la Serpentine Gallery.

Kensington Gardens

Un parco di ineluttabile bellezza che si congiunge a Hyde Park, meravigliose le splendide fontane Italian Gardens seppur la principale attrazione rimanga Kensington Palace i cui appartamenti reali sono visitabili tutto l’anno. Non lontano dal palazzo si può ammirare il maestoso Albert Memorial, il monumento che la regina Vittoria ha dedicato al caro marito defunto. Kensington Gardens sono celebri anche per essere stati il luogo di ispirazione di James Mattew Barry il creatore di Peter Pan. Un altro piccolo regno dedicato ai bambini è il Princess Diana Memorial Playground. Anche qui è possibile visitare la Serpentine Gallery distante solo 5 minuti da quella di Hyde Park

St James’s Park & Green Park

Sono entrambi affacciati su Buckingham Palace e rappresentano due degli otto Royal Parks di Londra che un tempo appartenevano alla monarchia e venivano utilizzati per mero intrattenimento o principalmente come territori di caccia. Green Park di per sé ha poco da offrire seppur sia un irrinunciabile spazio verde in una delle zone più prestigiose della città.

St James Park è molto più accogliente o comunque è interessante in modo particolare per il lago che è diventato riserva naturale di numerose specie di uccelli acquatici. Un piccolo gioiello del parco è il Duck Island Cottage, un ex casale per la caccia alle anatre che oggi è residenza degli uffici del London Historic Park and Gardens Trust.

Regent’s Park & Primerose Hill

Un altro parco reale, leggermente più esteso di Hyde Park e decisamente più affascinante. I salici piangenti che affacciano sul lago sono un tributo alla sua bellezza. Il parco è famoso per essere la sede del London Zoo e affacciata sull’uscita a nord del parco vi è Primerose Hill, la celeberrima collina da cui vedere Londra in tutta la sua grandezza con i suoi enormi grattacieli.

Holland Park

Una gemma nel cuore di Londra e in una area particolarmente posh nel Borough di Kensington e Chelsea. Rispetto ad altri parchi Holland Park ha parecchi percorsi che movimentano così la distesa di verde. Consigliamo di vedere i due giardini giapponesi contigui: Kyoto Gardens e Fukushima Memorial Garden.

Battersea Park

Distesa verde che si trova leggermente al di fuori dei consueti percorsi turistici londinesi seppur, in realtà, sia più facile da raggiungere di quanto si possa immaginare in quanto si trova sul lato opposto del Chelsea Bridge, a soli 15 minuti di camminata dalla Vittoria Coach Station. La Peace Pagoda, o il Childrens Zoo, sono tappe obbligatorie quando si visita questo parco.

Greenwich Park

Un altro importante parco reale che ospita Observatory in cima alla collina e dove si può camminare sul famoso meridiano zero. Sembra banale scriverlo ma la vista dall’osservatorio sulla City of London è spettacolare ed emozionante. Di fatto stiamo parlando di una area considerata fuori dal centro di Londra ed assume caratteristiche completamente diverse che la fanno assomigliare ad un piccolo villaggio più che ad un quartiere situato nella prima periferia di Londra.

Hampstead Heath

Dirigendosi a nord si può raggiungere questo bosco di 17 ettari. La visita a questa oasi verde deve includere la Kenwood House e la Parliament Hill che guarda la city e la zona di Canary Wharf dalla sua altezza. Nel caso, e se avete un po’ più di tempo, è consigliata una visita nel cimitero monumentale di Highgate.

Richmond Park

Siamo sempre a Londra e in uno dei quartieri piu’ ambiti dai londinesi che lavorano nella City ma cercano ambienti rilassati e a misura d’uomo.  Richmond Park è il più grande tra i parchi reali oltre ad essere il più esteso con i suoi 995 ettari e la sua vasta riserva naturale dove i cervi giocano allegramente. E’ impossibile vistare tutto il parco a piedi considerate le dimensioni e, a tal riguardo è meglio attrezzarsi di bicicletta per poter immergersi nel fantastico viaggio che il tour potrà garantirvi. Non ultimo, si può anche circolare in auto e il consiglio, e solo se avete a disposizione un giorno intero, è quello di visitare anche Kew Gardens riconosciuto come patrimonio dell’umanità UNESCO nonchè i giardini botanici più grandi al mondo e facilmente raggiungibili dal centro di Londra tramite la barca sul Tamigi.

Bottone contatto