Il freehold

Il Freehold è il diritto al possesso esclusivo di un immobile (tetto, mura e fondamenta) e del terreno sui cui esso sorge senza alcuna limitazione di tempo, cioè finché vi siano persone in grado di vantare titoli sugli stessi.

E’ la modalità con cui in Inghilterra e Galles si acquistano palazzine, ville e interi edifici ed è, nella sostanza, un istituto simile al diritto di proprietà italiano.

Il Freehold è cedibile a terzi e trasmissibile in modo indefinito agli eredi. Nel caso in cui questi ultimi vengano a mancare e non ci siano soggetti che possano vantare diritti sulla proprietà, la titolarità della stessa torna alla Corona.

Cessione di parte della proprietà in Leasehold

Il Freeholder, o Landlord (cioè il titolare del Freehold di un immobile) può cedere a terzi il diritto d’uso in Leasehold di porzioni della sua proprietà (tipicamente appartamenti) per periodi limitati di tempo (che possono, però, arrivare anche a 999 anni) ed è responsabile per la gestione, manutenzione e assicurazione dell’intero edificio e delle parti comuni.

Per questi servizi riceve dai Leaseholders una somma denominata Service Charge (equivalente delle spese condominiali italiane – vedi) e la cosiddetta Ground Rent (diritto per l’uso del terreno su cui sorge l’edificio – vedi).

Bottone contatto