il leasehold

Il Leasehold è il diritto al possesso esclusivo di un immobile per un periodo limitato di tempo, comunque inferiore a quello del dante causa (il Freeholder/Landlord o un altro Leaseholder con Lease di durata superiore).

Al termine della durata del lease (che varia da caso a caso e può arrivare anche a 999 anni) se non c’è stata un’estensione dello stesso (vedi) la titolarità dell’immobile torna al Landlord (o al Leaseholder superiore, in caso di Lease su Lease).

Il Leasehold è l’istituto giuridico con cui in Inghilterra e Galles si acquistano di solito gli appartamenti (l’alternativa più comune è il cosiddetto Share of Freehold – vedi – o l’acquisto in comunione, Joint Tenants o Tenants in Common).

Il Leashehold è un diritto cedibile a terzi e trasmissibile agli eredi, fino ovviamente al termine di durata del periodo del Lease.

Facendo un parallelo, l’istituto del Leasehold è simile alle concessioni demaniali pluriennali con cui in Italia si acquista il diritto di utilizzare un posto barca: l’unica differenza è che, nel caso inglese, il dante causa non è lo Stato ma un privato che, a sua volta, è titolare di un interesse giuridico (Freehold) sull’intero edificio nei confronti della Corona.

Ovviamente, più ci si avvicina alla scadenza del Lease, minore è il valore dell’appartamento. 

Di solito, sotto i 60 anni di durata del Lease le banche inglesi non concedono più mutui ed è molto più difficile rivendere l’immobile a prezzi adeguati.

Bottone contatto