KPMG: sistema fiscale inglese magnete per investimenti internazionali

KPMG: il sistema fiscale inglese agisce come un magnete per gli investimenti internazionali

La società internazionale di consulenza KPMG ha dichiarato in un comunicato stampa che le recenti riforme introdotte nel sistema fiscale inglese hanno reso il Regno Unito un Paese particolarmente attrattivo per gli investimenti internazionali e che le aziende multinazionali “stanno facendo la coda per trasferirsi a Londra e in UK”. La società sta attualmente lavorando con 94 grandi società straniere che hanno espresso l’interesse a spostare le loro attività in Gran Bretagna.

Secondo Jane McCormack, responsabile del Settore Tasse e Pensioni di KPMG UK, “quello che colpisce dei progetti di cui stiamo discutendo è l’ampiezza dei settori interessati e la varietà delle localizzazioni nel Regno Unito richieste…Il valore aggiunto di essere una destinazione capace di attarre nuovi business è nell’occupazione e nelle attività economiche che questi sono in grado di generare e il livello di interesse che stiamo registrando conferma quanti la scelta di aver fatto del Regno Unito un Paese fiscalmente attrattivo stia effettivamente pagando. Ogni progetto si tradurrà in maggiori introiti fiscali in UK, con evidenti benefici per le finanze del Paese.”

Dal 1 gennaio 2015 le aliquote della Corporation Tax, la tassa che pagano le aziende inglesi sui loro profitti, passeranno dalle attuali due (20% fino a 300mila sterline di reddito imponibile, 21% per redditi superiori) a una sola (il 20%).

Fonte: The Times, 5 maggio 2014 

Clicca qui per leggere  l’articolo del Times e qui per il comunicato di KPMG!

Bottone contatto

0 Commenti

commenta