La disoccupazione in UK scende al 5,8%. Crescono occupati e stipendi.

La disoccupazione in UK al livello piu’ basso degli ultimi sei anni

Job Centre

Londra, 20 gennaio 2015. Cala ancora la disoccupazione in UK e si attesta stabilmente sotto la soglia psicologica del 6%.

Secondo quanto rivelato questa mattina dall’Office for National Statistics (l’equivalente inglese dell’ISTAT – clicca qui per leggere l’articolo su questa notizia pubblicato su BBC News) nel trimestre settembre – novembre 2014 le persone in cerca di lavoro nel Regno Unito sono scese di 58.000 unita’, portando il numero complessivo di disoccupati a 1,91 milioni (5,8%), dato piu’ basso da sei anni. Ancora piu’ significativo il dato relativo al numero degli occupati, cresciuti nel medesimo periodo di 37.000 unita’ e pari oggi a 30,88 milioni, cioe’ il 73% della popolazione attiva tra 16 e 64 anni. Un dato vicinissimo al record storico di sempre in UK (73,2%), toccato nel trimestre dicembre 2004 – febbraio 2005.

Clicca qui per scaricare il rapporto completo dell’Office for National Statistics.

Il tasso di occupazione in UK

Disoccupazione in UK - Tasso di occupazione

La straordinaria performance del mercato del lavoro inglese appare ancora piu’ significativa considerando che nello stesso periodo (settembre –  novembre) del 2013 il tasso di disoccupazione in UK era al 7,1% (418.000 disoccupati in meno in 12 mesi) e quello di occupazione al 72% (512.000 persone al lavoro in piu’).

Comparando il dato del Regno Unito con quello del resto dell’Unione Europea (vedi tabella sotto), il contrasto tra la situazione lavorativa in UK e quella degli altri partners comunitari e’ assolutamente stridente. Solo gli USA tengono il passo del leone britannico all’interno del mondo occidentale.

Tasso di disoccupazione in UK, Europa e USA

Disoccupazione in UK Europa e USA

La crescita degli stipendi

Buone notizie per i lavoratori britannici anche sul fronte dell’aumento degli stipendi, cresciuti in media dell’1,8% tra settembre e novembre 2014 (1,7% compresi i bonus) contro un incremento dell’inflazione dell’1%. Si tratta del secondo mese conscutivo in cui gli stipendi in UK sono cresciuti piu’ dell’aumento dei prezzi medi dei beni di consumo.

Pubblico impiego Vs settore privato

Con riferimento al rapporto tra impiego pubblico e impiego privato, continua il costante calo del numero di dipendenti pubblici iniziato nel 2010. A Settembre 2014 i lavoratori del settore pubblico in UK erano 5,41 milioni (17,6% del totale) contro 25,38 milioni di dipendenti del comparto privato. Per quanto riguarda il pubblico impiego, si tratta del dato piu’ basso dal 1999, quando questo tipo di misurazione e’ iniziata.

Escludendo gli effetti delle grandi riclassificazioni che hanno interessato i lavoratori del Gruppo LLoyds Bank e della Royal Mail (passati dal comparto pubblico a quello privato a marzo 2014 e dicembre 2013 rispettivamente a seguito della parziale provatizzazione di queste due grandi aziende) tra settembre 2013 e settembre 2014 il numero dei dipendenti pubblici nel Regno Unito e’ calato di 49.000 unita’, mentre quello dei lavoratori del settore privato e’ cresciuto di 637.000 unita’.

Percentuale dei dipendenti pubblici in UK sul totale dei lavoratori

Disoccupazione in UK lavoratori settore pubblico

Lavoratori per nazionalita’

Spulciando nel corposo e dettagliatissimo rapporto dell’ONS, si scopre che, dei 30,88 milioni di occupati in UK, 26,132 milioni hanno nazionalita’ britannica e  4,748 milioni no (15,37% del totale). Tra questi ultimi 1,817 milioni provengono dai 27 Paesi dell’Unione Europea.  

  

Nessun Commento.

commenta